Press

Perrotta group news

Via ai lavori nell’ex Galateo per il parco verde attrezzato – Prima pagina del Quotidiano di Puglia del 17/04/2019

Parco ex Galateo: si parte. Al via i lavori per la riqualificazione del grande polmone verde della città. Tra qualche giorno, infatti, il progetto di rigenerazione del giardino situato all’interno dell’ex sanatorio leccese vedrà presto la luce: il cantiere andrà avanti tutta l’estate e dovrebbe concludersi per l’autunno.

La consegna dei lavori da parte di Puglia Valore Immobiliare, proprietaria dell’area, all’impresa appaltatrice – un’Ati formata da Edil costruzioni Srl e Perrottagroup Srl – è fissata per questo venerdì, alla presenza del responsabile del procedimento, l’architetto Carmela D’Onghia, e il progettista per conto di Pvi Edmondo Scrimieri: «La consegna
avverrà venerdì – conferma l’ingegnere -. I tempi per la realizzazione di tutti gli interventi in programma sono ristretti per cui credo che l’impresa d
arà subito il via al cantiere».

Il quartiere Leuca, quindi, sarà presto protagonista di un importante intervento urbanistico mirato recuperare il polmone verde dell’ex sanatorio antitubercolare Antonio  Galateo, costruito negli anni Venti per la cura delle malattie polmonari, in funzione fino ai primi anni Novanta e poi rimasto nel degrado.  Arriva la parola fine per un iter iniziato nel 2015, quando la Regione Puglia stanziò un contributo di 1 milione e 200mila euro a favore di Pvi – la società di cartolarizzazione dell’ente regionale a cui sono stati trasferiti gli immobili delle Asl pugliesi da dismettere, fra cui l’ex ospedale e l’annesso giardino – allo scopo di mettere in sicurezza e riqualificare l’area verde retrostante l’edificio, che si estende su 18.400 metri quadri, per farne un parco urbano fruibile a tutti. Una volta completata la riqualificazione, la gestione sarà demandata a titolo gratuito per 25 anni al Comune di Lecce sulla base di un protocollo d’intesa firmato a luglio del 2016. Il progetto definitivo è stato approvato dall’amministrazione Salvemini e dal consiglio comunale a giugno scorso. Tra le caratteristiche più importanti dell’opera, c’è anche la presenza di un chiosco per agevolarne la fruizione e il rifacimento della recinzione.

Rivoluzione in arrivo per un parco che punta a cambiare l’immagine di un intero quartiere. Il progetto – redatto dall’ingegnere Scrimieri – prevede la realizzazione di uno spazio pubblico per la socializzazione e le attività all’aperto e che fornisca anche servizi ai turisti. All’interno del polmone verde sarà attivo un front-office che ospiterà il bar-ristoro
e i servizi igienici e che sarà anche a disposizione dei vacanzieri. Vista la collocazione strategica del parco, situato vicino ad alcune delle principali arterie stradali di accesso in città, saranno predisposte postazioni interattive nei pressi dei due ingressi previsti (uno su via Camassa, l’altro su via Malta) con informazioni mirate sui siti di interesse turistico del territorio.
L’alta recinzione sarà rimossa e sostituita da soluzioni più permeabili. Il progetto conserva l’originaria impronta di giardino all’italiana, ricco di pini d’Aleppo e alberi spontanei
del genere Quercus Ilex. Oltre al front-office ci sarà spazio anche per due isole dei bambini, con giochi e attrezzature idonee ai più piccoli, un anfiteatro nell’area a sud-est priva di alberi, pensato per sostare, riposarsi e partecipare a spettacoli, e un “percorso vita”, ossia 12 stazioni per il fitness e la cura del corpo, adatte a persone di tutte le età e capacità fisiche. Questo, quindi, il futuro imminente del Parco Galateo. Il cantiere avrà una durata di circa 100 giorni. I lavori andranno avanti per tutta l’estate e, salvo imprevisti, entro
l’autunno il nuovo giardino sarà consegnato al quartiere Leuca e alla città.

ARTICOLO di Stefania De Cesare del QUOTIDIANO DI PUGLIA DEL 17 Aprile 2019 (p. 9) – ANNO XIX n. 106